commenti
riassunti
font
AA+
Chiudi

Palermo liberato

di Tommaso Balli

Canto XIX

ultimo agg. 13.02.16 12:28

Boemondo prega per la salvezza del campo (1-4) Le preghiere salgono a Dio, che si sveglia e ordina un nuovo ordine di cose per i cristiani (5-19) San Michele si presenta in sogno a Boemondo con le fattezze di Serlone ucciso, lo sprona a tornare in guerra (20-27) Poi gli mostra l’empireo: nel cielo di Venere incontra suo zio Guglielmo, che gli mostra le stragi dei pagani e lo invoglia a tornare, pentito del suo sdegno, in guerra (28-48) Nel cielo di Marte incontra Costantino, che gli predice la crociata, e l’angelo Samale, che rende fatato il suo corpo (49-66) Infine vede il cielo di Giove e l’empireo (67-77) All’alba due messaggeri portano a Boemondo la notizia della morte di Serlone: lui prende l’armi e torna al campo, chiede e ottiene perdono da Ruggiero, si celebrano i funerali (78-106) La Fama giunge in città, tutti sono atterriti del ritorno di Boemondo e meditano la fuga; Belcane riceve un’armatura infernale effigiata con le imprese dei musulmani (107-120)