commenti
riassunti
font
AA+
Chiudi

La Malteide

di Giovanni Fratta

Canto XXII

ultimo agg. 16.11.15 20:01

Entrambi i campi ritengono di aver vinto la giornata (1-8) Deianira passa di nuovo in mano d’un altro bifolco, che la riporta a corte: qui inventa un racconto delle proprie peripezie in cui si fa passare per casta (9-23) Molti dei Turchi si innamorano di lei, Feratte non sa a chi darla in sposa (24-34) Deianira ripudia pubblicamente tutti i suoi amanti ma di nascosto si concede loro, rinforzando la fama di pudica (35-39) Feratte la concede a Lusarte, ma durante le nozze Deianira è rapita da un prigione cristiano che si è liberato, il mostruoso Primasso, che la conduce alla proprie tende (40-52) Feratte schiera le truppe per riprendersi Deianira con la forza, Calace lo porta a più tiepidi consigli suscitandone però l’ira (53-64) Feratte manda Calace a richiedere indietro Deianira: Filippo accetta di liberarla in cambio di un prigioniero cristiano e di un vecchio saggio musulmano (65-84) Farnese si innamora di Deianira, si offre di farle da cavalier servente, lei gli propone di fuggire insieme a Oriente (85-99)